Wolfram Ullrich – Cordinate e convergenze

La ricerca di Wolfram Ullrich è deduttiva e dimostrativa. Mettendo in crisi l’ortodossia dell’arte concreta, l’artista cerca di sollecitare la visione mediante un’ambiguità che riattualizza l’estetica secondo i dettami della percettologia.

Diversi critici hanno messo in evidenza la parentela delle sue opere con l’Optical art, in realtà egli ne eredita le suggestioni ma non ne continua veramente i postulati. L’Op art è tecnicamente elaborata – eccessivamente elaborata – mentre Ullrich sembrerebbe più vicino al Minimalismo, benché se ne discosti sul piano teorico.

Consanguinee alle primary structures d’oltreoceano, le sue pittosculture sono geometrie meticolose e monolitiche, capaci di sfidare le leggi di gravità e di sottrarsi alla tautologia dei materiali.

Wolfram Ullrich
Cordinate e convergenze
A cura di Alberto Zanchetta
Anno: 2018
Formato: 26.5 x 22.5 cm
Pagine: 164

Euro 30,00